Che cosa è l’Afasia

Molte persone hanno subito un ictus, ma non sanno di cosa si tratti. Alcuni sono diventati afasici e provano ansia, sconforto, paura. Sono confusi e preoccupati.
Vorrebbero fare delle domande,  ma non sono in grado di comunicare.
Bisogna cercare di capire cosa è successo. E’ importante essere correttamente informati

L’afasia è la difficoltà a comprendere e usare il linguaggio in seguito a un danno cerebrale, spesso una ischemia o una emorragia cerebrale.  

Le conseguenze si collocano a livello personale e familiare, determinando profondi cambiamenti nei rapporti, nello stile e nella qualità di vita della persona

Dobbiamo distinguere tra l’Afasia che insorge acutamente, da un momento all’altro, in seguito a un ictus, e l’Afasia che si presenta subdolamente, peggiorando di giorno in giorno, nel corso di una demenza.

Hanno caratteristiche diverse e prevedono strategie differenti

AFASIA POST-ICTUS    e     AFASIA NELLA DEMENZA

 

In ogni caso esistono importanti
CONSEGUENZE PSICOLOGICHE nelle AFASIA

Sono disturbi tipici della condizione afasica non immediatamente legati al problema comunicativo.

Si tratta di profondi e inaspettati cambiamenti che riguardano ogni aspetto della vita dell’individuo, incluse le sue reazioni alla malattia e alla disabilità, il senso di se’, la capacità di fronteggiare un ruolo sociale differente, i sentimenti di perdita, la bassa stima di se’, la depressione, una grave crisi di identità. 

Le persone diventano tristi e piangono facilmente. Si sentono stanche e inutili. Hanno problemi di insonnia e di inappetenza. Non si curano della propria persona e non vogliono partecipare alle attività della vita quotidiana.

E’ importante fornire loro un supporto specifico anche su questi aspetti.