Chi ha le risposte?

Ovunque si parla di medicina centrata sul paziente, di partecipazione,  progettazione partecipata. Ma nella realtà dei fatti siamo spesso arroccati sul nostro piedistallo di “esperti”, ben lontani dal mollare il potere, dal concedere spazio al sapere altrui meno che mai a quello dei nostri pazienti o dei loro familiari. Ma chi si occupa di afasia, prima o poi, è…

Read more →

Non si finisce mai di imparare

Al termine di una seduta di terapia o in Associazione, mi è capitato spesso di sentir chiedere, da parte di un familiare e con tono scherzoso “…è stato bravo?” o ancora “lo promuove?” al che noi operatori in genere  pedantemente osserviamo che “non si tratta di bambini…questa non è una scuola” , ecc.ecc., nell’ansia di evitare il pericoloso…

Read more →

Percorsi di vita

“Una notte, un uomo che viveva presso uno stagno, viene svegliato da un gran rumore. Allora esce di casa, si immerge nel buio e a tentoni arriva allo stagno dove scopre che gli argini si sono rotti in un punto da cui escono acqua e pesci. Pur andando alla cieca nel buio della notte, l’uomo prova ad arginare la falla, calpestando il…

Read more →

Crossing borders

Sono appena tornata da una riunione di progetto all’estero, dopo tanto che non parlavo inglese. E’ sempre una lezione di vita verificare come, nello spazio di poche ore, quando attraversi un confine, perdi lo status che ti da la padronanza della TUA lingua. Tutti si affannano a sembrare competenti ma fanno il triplo di fatica e poi sai che in…

Read more →

Non siamo tutti colibrì

Durante un incendio nella foresta, mentre tutti gli animali fuggivano, un colibrì volava in senso contrario con una goccia d’acqua nel becco. “Cosa credi di fare?” gli chiese il leone. “Vado a spegnere l’incendio!” rispose il piccolo volatile. “Con una goccia d’acqua?” disse il leone con un sogghigno di irrisione. Ed il colibrì, proseguendo il volo, rispose:”Io faccio la…

Read more →