Aiutare fa male?

Pare che essere donne metta ancora a più rischio la salute quando si presta cura a qualcun altro, che sia un coniuge o un paziente…

Teresa Bitler su Stroke Smart riporta infatti i risultati di uno studio pubblicato in occasione della conferenza internazionale sullo Stroke, secondo il quale il genere gioca un ruolo fondamentale nel mantenimento della…

Read more →

Quando tua moglie muore

Dan Browning scrive di ricerca medica  per lo Star Tribune di Minneapolis. Su questo giornale ha dedicato tante pagine alla moglie Elizabeth Cummings Browning, amorevole madre e talentuosa cantautore cui, nel 2012,  è stata diagnosticato una probabile demenza frontotemporale (FTD). E’ possibile leggere tutti i suoi articoli, struggenti, lucidi e estremamente istruttivi, anche sulla pagina Next Avenue. Qui di…

Read more →

La Saggezza di (non) dare risposte

Io non ho mai avuto esperienza diretta di Afasia, nel senso che non ne ho mai sofferto in prima persona. Come Counselor  e facilitatrice di gruppi di persone con ictus ho avuto modo di osservare l’enorme varietà di circostanze in cui può colpire un ictus. Le persone reagiscono tutte in modi diversi per cui va da sè che devono essere tante e diversificate…

Read more →

Testimonianza dal Fronte

Una paziente, attualmente ricoverata presso un Centro di Riabilitazione per gli esiti di un ictus, ha scritto su mia richiesta una breve testimonianza, promettendo di continuare nei prox giorni… “Il mostro che ha ghermito. parte del mio cervello ha sferzato il suo attacco improvviso la mattina del 29 aprile quando nella casina mi ero svegliata presto perché volevo essere…

Read more →

I mille mondi possibili

Ai familiari di alcuni pazienti, la cui compromissione li ha resi per sempre inaccessibili rispetto ai tradizionali strumenti della comunicazione verbale, lasciandoli comunque presenti emotivamente, fisicamente e sentimentalmente, chiedo di “entrare nel loro mondo” dopo aver fatto il faticosissimo percorso di distacco da se stessi e dal proprio linguaggio. Percorso che non si compie mai del tutto. Quante volte…

Read more →

La difficoltà di restare fino alla fine

Articolo di  JUDITH GRAHAM“, trad., e liberamente modif da A. Tinti Il Dr. Daniel Geynisman si sentiva come se avesse abbandonato il suo paziente, una sensazione terribile Un uomo di 65 anni con un cancro alla vescica  metastatizzato, che aveva sviluppato un dolore intrattabile, prima che il medico se ne andasse in ferie. Quando il medico era tornato, il paziente era in…

Read more →

Riflessioni di Shirley Morganstein, Logopedista Relazionale

Articolo di Shirley Morganstein tratto dal suo Blog “Reflection in Aphasia Therapy”, trad., e liberamente modif da A. Tinti   La morte non è un compagno di viaggio frequente per noi logopedisti/e , ma ci sono momenti in cui affianca i nostri pazienti. Nella mia pratica recente, ho incontrato due persone  anziane con Afasia Progressiva Primaria , che ancora attive…

Read more →

il mio Natale

Passare le feste natalizie lavorando ha un che di salvifico. Passarlo saltellando tra diversi luoghi di cura, diventa addirittura poetico. Vivi tanti Natali diversi, criticati da tutti, ma mai indifferenti. Ricordo la donna coi guantini, la sala piena di carrozzine, braccia protese, scale e porte che ti chiudi dietro le spalle, medici iperfasici “Questo è il primo Natale che…

Read more →

Quello che resta

httpv://youtu.be/oEZQdPHEnjw Ero una bambina. Il mondo sembrava cosi’ semplice. «Tu cosa leggevi quando andavi a scuola?» Io la scuola l’avevo incominciata da poco, e libri ancora non riuscivo a leggerli. In casa ce n’erano parecchi:la maggior parte,di narrativa, di mia madre e gli altri, soprattutto codici, di mio padre. Libri portati a Genova, città straniera per entrambi, al momento…

Read more →